Alla scoperta del “calice perfetto”, il giusto contenitore per assaporare e giudicare un vino

Nato dall’intuizione di Jules Chauvet, il bicchiere ISO è il contenitore perfetto per assaporare e giudicare un vino. L’enologo di origine francese negli anni ’50 ha avuto una importante intuizione: secondo la sua teoria “il rapporto tra il volume del vino e la superficie di contatto con l’aria è direttamente legata allo sviluppo di aromi”. Seguendo questa regola e tenendo conto del fatto che il … Continua a leggere Alla scoperta del “calice perfetto”, il giusto contenitore per assaporare e giudicare un vino

“Tastevin” – Scopriamo insieme i segreti del “distintivo” dei sommelier

Un tempo la degustazione del vino veniva realizzato con uno strumento dalle origini molto antiche, il tastevin (assaggia-vino). La forma attuale di questo oggetto risale al XVII secolo e sembra stato ideato dai vignaioli della Borgogna per assaggiare e valutare il vino spillato direttamente dalle botti. In ambienti poco illuminati come la cantine anche una luce fioca si riflette come in uno specchio nel taste-vin, … Continua a leggere “Tastevin” – Scopriamo insieme i segreti del “distintivo” dei sommelier

Barolo – “Il re dei vini, il vino dei Re”

È il grande vino italiano per eccellenza, ottenuto da uve Nebbiolo in purezza. Nasce nel cuore delle colline delle Langhe, a pochi chilometri a sud della città di Alba, nel territorio di 11 Comuni che si inseguono in un suggestivo itinerario di colline, cesellate dalla mano esperta dell’uomo e sorvegliate da imponenti castelli medioevali, fra cui proprio quello di Barolo, che ha dato il nome … Continua a leggere Barolo – “Il re dei vini, il vino dei Re”

Alla scoperta del “metodo classico”

Il metodo classico (o méthode champenoise, che prende nome dalla regione francese dello Champagne) è un processo di produzione di vino spumante, che consiste nell’indurre la rifermentazione in bottiglia dei vini attraverso l’introduzione di zuccheri e lieviti selezionati (liqueur de tirage). Tramite la rifermentazione avvenuta in bottiglia il vino acquisisce la tradizionale pressione (visibile sotto forma di bollicine), garantita dall’anidride carbonica prodotta dalla seconda fermentazione (presa di spuma) che rimane intrappolata nel liquido (essendo … Continua a leggere Alla scoperta del “metodo classico”

Vendemmia 2019 – Anticipata già dopo Ferragosto…annata di qualità?

Sarà anticipata già a dopo Ferragosto la vendemmia nella provincia di Alessandria. La decisione è legata principalmente al clima e riguarda in particolare la base spumante, Chardonnay e Pinot Nero e proseguirà con le uve Moscato a fine mese; da settembre toccherà poi all’Erbaluce, al Gavi, al Timorasso, all’Arneis e successivamente a Dolcetto, Nebbiolo, Grignolino e Barbera. Coldiretti stima una minore quantità rispetto al 2018, con una riduzione possibile della produzione del 10%. … Continua a leggere Vendemmia 2019 – Anticipata già dopo Ferragosto…annata di qualità?