Maltempo: ingenti i danni nelle terre di Barolo e Barbaresco

A fare una prima stima dei danni è il presidente della Regione, Alberto Cirio, che ha già richiesto lo stato di emergenza. Dopo il violento nubifragio che ha colpito, nei giorni scorsi, il Piemonte inizia purtroppo anche la conta dei danni. A preoccupare soprattutto la condizione delle Langhe nel Cuneese, a causa delle grandinate che hanno colpito alcune delle vigne più importanti nell’area del Barolo e del Barbaresco. Per ora sono stati stanziati 2,5 milioni di euro per i piccoli comuni. “I danni – spiega Alberto Cirio – riguardano le aziende agricole, i privati e le amministrazioni pubbliche. Ed e’ un dossier che purtroppo stiamo implementando settimana dopo settimana, perché ancora ieri nell’Albese si sono verificati danni enormi”. Per fortuna, sempre dalle parole del Presidente della Regione Piemonte, è stato sventato il rischio della vendemmia compromessa, anche se molti viticoltori hanno perso l’intero raccolto. La grandine ha colpito Mango, nella zona del Moscato e poi Barolo, Grinzane, la tenuta di Fontanafredda a Serralunga d’Alba e La Morra.

Annunci