Terme di Acqui – Perfetto connubio tra relax e benessere

Lo stabilimento Nuove Terme di Acqui rappresenta, assieme al centro termale Regina, uno dei due complessi di Acqui Terme in Piemonte, che sfrutta le proprietà delle acque minerali sorgive della zona a scopi curativi. Dei due stabilimenti termali curativi, questo è naturalmente il più recente, come esplicato dal nome stesso dell’impianto, mentre il Regina rappresenta le “vecchie terme”. E’ uno dei quattro impianti di Acqui che sfrutta l’acqua salutifera del sottosuolo e, al pari degli altri centri, appartiene anch’esso al gruppo delle Regie Terme di Acqui.

Lo Stabilimento “Nuove Terme”, si trova nel cuore della città, in via XX settembre, ed è tutt’uno con l’omonimo Grand Hotel. In zona Bagni invece, in viale Donati, è situato lo Stabilimento “Regina”. In entrambi il trattamento più praticato è la fangobalneoterapia, ma sono molto frequentate anche le cure inalatorie, le piscine vascolari e i reparti di riabilitazione motoria e respiratoria.

Le Origini

L’acqua termale acquese ha un decorso sotterraneo protratto, probabilmente più di 1500 o 2000 anni. In questo lunghissimo lasso di tempo, essa penetra nelle profondità del suolo arricchendosi dei costituenti chimici, cloruro di sodio, bromo, iodio, appartenuti ai mari che milioni di anni fa coprivano la Pianura Padana, e dei solfati e solfuri dei depositi gessosi posti sul fondo del serbatoio di raccolta di tale acqua.

In questo serbatoio primario, sito a 2500 e 3000 metri, l’acqua sfiora temperature di quasi 100°C. Tale temperatura elevata viene in parte conservata dalle fonti “Bollente” (circa 75°C) e del “Lago delle sorgenti“(circa 50°C), grazie alla presenza di un sistema di faglie attraverso le quali l’acqua esce rapidamente, senza ridurre di molto il suo calore.

Leggermente diverso è il destino della fonte “Acqua marcia” che seguendo un proprio tragitto sotterraneo perviene ad un serbatoio secondario posto a meno di 1000 metri di profondità, dove perde temperatura e in virtù dell’azione di solfobatteri trasforma gli originari solfati in solfuri.

Centri Benessere

Le Terme di Acqui presentando due emergenze sorgive usufruiscono di due Centri benessere. La Spa interna al Grand Hotel Nuove Terme, nella parte centrale di Acqui, si segnala per la sua avvolgente e luminosa piscina termale; la Spa “Lago delle sorgenti”, in zona Bagni, permette, unica nel suo genere, di effettuare bagni direttamente nelle sorgenti termali. Le due strutture hanno poi, oltre a percorsi olistici, ampie dotazioni di saune, di bagni turchi, di camerini per massaggi, di privè.

Alloggiare

Il Grand Hotel Nuove Terme, nel centro della città è dotato di una sua splendida Spa ed è direttamente collegato allo Stabilimento di cura. Si tratta di un edificio storico in cui le memorie del passato, testimoniate dall’aulica bellezza dei suoi ambienti, coesistono con un’attività volta ad accogliere le più moderne esigenze della clientela. Di risalto è il suo ristorante, “Le fontane”, che nell’ampio salone delle “colonne” può ospitare cerimonie di gala.

Le Piscine Monumentali

La vastissima piscina che, divisa da un pontile in due parti, domina con la sua estensione la zona Bagni, fu eretta nel lontano anno 1932, e a quell’epoca era servita da acqua termale emersa in loco in seguito a trivellazione. Pur smarritasi nel corso degli anni la “vena” originaria, non da meno le piscine monumentali costituiscono a tutt’oggi un’importante attrazione per la città di Acqui, suscettibili di far confluire nel periodo estivo un gran numero di bagnanti presso esse.

Tutte le informazioni per visitare i centro termale si possono trovare qui: www.termediacqui.it

Annunci